TOP
  /  Scopri di più   /  Come Covid-19 renderà le criptovalute più popolari

Come Covid-19 renderà le criptovalute più popolari

Coronavirus: Come influisce sull'economia globale e sul mercato delle criptovalute

L'attuale pandemia fa sorgere la domanda: come influirà il coronavirus sull'economia glocale e sul mercato delle criptovalute? Questo articolo esaminerà come il virus ha influenzato l'economia globale finora e l'effetto previsto della ricaduta economica. Esplorerà gli impatti positivi e negativi che il coronavirus avrà sul fintech e sugli attuali sistemi bancari. Infine, si immergerà in come questa pandemia influenzerà le criptovalute e la blockchain, così come il modo in cui il mondo usa il denaro.

1. Coronavirus ed economia globale

L'epidemia di Covid-19 ha alterato il mondo in molti modi, da come socializziamo a come conduciamo gli affari. La maggior parte di questi cambiamenti ha avuto un impatto diretto o indiretto sull'economia globale, dai voli cancellati alle palestre che chiudono e milioni di persone che perdono il lavoro. La ricaduta economica o la "Grande Chiusura" è stata detta dal Fondo Monetario Internazionale come quella della Grande Depressione (FMI). Covid-19 è stato fatto risalire al novembre 2019 come riportato dal South China Morning Post e il virus è previsto durare oltre maggio, dove il mondo è ora sembrerà diverso dai mesi a venire.

"Questa non è più solo una crisi sanitaria globale, è anche una grande crisi economica e del mercato del lavoro che sta avendo un enorme impatto sulle persone".

Guy Ryder, direttore generale dell'OIL

1.1 Come il coronavirus ha già colpito l'economia?

In tre settimane, la pandemia ha portato a una ricaduta economica e a un crollo del sistema finanziario che assomiglia a quello della Grande Depressione e della crisi finanziaria globale (GFC) del 2008, tuttavia, quelle crisi si sono sviluppate in alcuni anni. Secondo Forum economico mondiale , a causa della Covid-19, in poche settimane il mercato azionario è sceso del 35%, i tassi d'interesse sono scesi, la disoccupazione è aumentata, gli spread di credito sono aumentati come quelli delle obbligazioni spazzatura, i mercati del credito sono stati congelati e il mercato del petrolio ha avuto il suo più grande crollo dal 1991 quando i prezzi sono scesi di più di un terzo.

BBC ha riferito che il Dow Jones Industrial Average e il FTSE 100 di Londra sono scesi rispettivamente di 23% e 25%, che è il peggiore per loro dal 1987. Mentre l'S&P 500 ha perso 20% durante il trimestre, il peggiore dal 2008. Nessun paese è stato risparmiato e gli indici mondiali rimangono 20% più bassi ora che all'inizio dell'anno.

Anche i tassi d'interesse hanno raggiunto il minimo storico. Nel Regno Unito, Banca d'Inghilterra ha tagliato i tassi da 0,1% a 0,25%. Mentre negli Stati Uniti, le stesse strategie vengono utilizzate con il La Federal Reserve abbassando i tassi di interesse vicino allo zero, che è la più grande riduzione di emergenza nella storia della Fed. L'intervallo obiettivo ora negli Stati Uniti è 0-0,25% per i tassi di interesse. Queste mosse sono state fatte per ammortizzare le economie per la stabilizzazione, aiutando le imprese e gli individui a far fronte alle perdite economiche dovute alla riduzione dei redditi e alla disoccupazione, rispettivamente.

La disoccupazione è in aumento dallo scoppio del COVID-19. Il sito Organizzazione internazionale del lavoro (OIL)Il gruppo di esperti, che ha stimato che fino a 24,7 milioni di posti di lavoro potrebbero essere persi durante questa pandemia. Solo negli Stati Uniti, il New York Times ha stimato che 6,6 milioni di persone hanno perso recentemente diventare disoccupati a causa della pandemia.

1.2 Quali sono gli effetti a lungo termine di Covid-19 sull'economia globale

Si prevede che gli effetti a lungo termine di COVID-19 si propagheranno per qualche tempo attraverso i sistemi finanziari. Secondo la conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e lo sviluppo (UNCTAD) Il deficit economico globale dall'attuale pandemia è stimato intorno ai 2 trilioni di dollari. L'UNCTAD prevede anche che i paesi con i legami più forti con la Cina avranno i recuperi più lenti, dato che la Cina è una delle principali fonti di prestito di denaro a lungo termine per i paesi in via di sviluppo. Il Guardiano ha riferito che l'economia del Regno Unito potrebbe ridursi del 35% e che il paese è diretto verso una disoccupazione che supera i 2 milioni a causa del virus.

Yahoo Finance ha riferito che negli Stati Uniti, il team economico di Bank of America ha detto che l'economia sarebbe scesa di 12% mentre il team economico di Goldman Sachs ha stimato che l'economia potrebbe scendere fino a 24% nel solo Q2. Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Steven Mnuchin ha annunciato in una conferenza stampa che il tasso di disoccupazione potrebbe arrivare fino a 20%, che è il doppio dei livelli di disoccupazione durante la GFC. Considerando che, Statista riferisce che il tasso di disoccupazione potrebbe salire al 32,1% nel 2020, che è un record nella storia degli Stati Uniti, superando quello della Grande Depressione.

i tassi di disoccupazione più alti
Fonte: Statista: Disoccupazione prevista più alta della Grande Depressione

Il coordinamento internazionale sarà necessario per una risposta macroeconomica nei programmi che mirano all'investimento pubblico. Il coordinamento internazionale sarà anche necessario quando le restrizioni saranno eliminate per evitare che le catene di approvvigionamento siano imbottigliate. Poiché i mercati globali sono aumentati in dimensione e portata, così come le catene di approvvigionamento sono diventate più complicate con le merci che si muovono attraverso le frontiere per aumentare i guadagni di efficienza. È necessario che, con l'abolizione delle restrizioni, i paesi lavorino insieme altrimenti le strozzature potrebbero portare all'esacerbazione delle catene di approvvigionamento settoriali secondo Economia di Oxford. Mentre la pandemia si diffonde dalla Cina all'UE e agli USA, il grafico qui sotto mostra perché l'economia globale si è ridotta, dato che questi tre sono i protagonisti delle importazioni, del PIL e delle esportazioni non alimentari e non energetiche. L'interdipendenza delle nazioni richiede un'ulteriore cooperazione per assicurare transizioni fluide per tornare a una produzione operativa ottimale.

gig economy coronavirus

2. Come il coronavirus influenzerà il fintech?

Un settore interessante in cui guardare è il mondo del fintech. Fintech è il termine breve usato per "tecnologia finanziaria" che è un campo della tecnologia che cerca di rivoluzionare i servizi finanziari. Come piattaforme digitali, è probabile che non abbiano sentito l'impatto della crisi del coronavirus allo stesso modo delle aziende che hanno dovuto chiudere le loro operazioni a causa della distanza sociale. Ma proprio come ogni industria, la pandemia ha toccato il mondo fintech in alcuni modi.

2.1 Cos'è il fintech?

Fintech cerca nuovi modi per migliorare e automatizzare i server finanziari al fine di aiutare i consumatori, le imprese e i proprietari di imprese a gestire le loro operazioni finanziarie, i processi e offrendo software e algoritmi specializzati. Fintech si applica a qualsiasi cosa, dall'innovazione nella transazione commerciale all'invenzione del denaro digitale e della contabilità a partita doppia. Fintech mira a colmare il divario tra gli ultimi sviluppi tecnologici e i sistemi finanziari per le imprese e gli individui.

2.2 Impatto positivo e negativo di Covid 19 sul fintech.

Come menzionato in precedenza in questo articolo, la crisi a portata di mano sta danneggiando molte industrie e settori su scala globale. Non è diverso per il mondo del fintech, i cali di spesa così come il calo dei tassi di interesse hanno un impatto negativo su questo particolare settore.

Le aziende che sentono l'effetto negativo dell'allontanamento sociale e delle chiusure sono il settore dei pagamenti del fintech. Le aziende coinvolte nell'elaborazione dei pagamenti come PayPal, Stripe e Square sono state colpite a causa della diminuzione della spesa dei consumatori. Con i ristoranti chiusi o con un traffico ridotto, le piattaforme di pagamento tipo Stripe e Square che ricevono denaro come terminali di pagamento hanno sperimentato una riduzione delle entrate. Mentre, aziende come Paypal, che prosperano con l'e-commerce, hanno anche visto un calo di attività dallo scoppio del virus.

Eppure, alla luce degli aspetti negativi, sembra che le aziende fintech possano essere posizionate per prosperare nella situazione attuale. Il coronavirus ha avuto un impatto positivo sul fintech in alcuni modi importanti. Secondo il Gruppo deVere , una delle principali organizzazioni indipendenti di consulenza finanziaria del mondo, l'uso delle app finanziarie in Europa è aumentato di 72% in una settimana a causa dei blocchi e delle pratiche di allontanamento sociale. L'attuale pandemia ha confermato la necessità del branchless banking, dei pagamenti senza contatto e di portare alla luce gli aggiornamenti bancari necessari per gestire nuovamente una crisi come questa.

L'attività bancaria senza filiali elimina il mattone e la malta e le spese che ne derivano. Rimuove la necessità di un edificio fisico e ha spostato l'attività bancaria online. Questo rende economicamente più fattibile servire aree più basse o scarsamente popolate. Questo dipende soprattutto dal modo in cui il mondo si sta muovendo verso la tecnologia, Forrester ha previsto che gli abbonamenti agli smartphone mobili saliranno a oltre 5,5 miliardi entro l'anno 2022 e raggiungeranno mercati che ora sono più piccoli come l'Africa, il Medio Oriente e l'America Latina. Se non altro, il virus ha rafforzato l'argomento del branchless banking.

I pagamenti senza contatto stanno diventando sempre più popolari, il che è in parte dovuto al non voler maneggiare banconote di carta o toccare lettori di carte che potrebbero essere contaminati. I pagamenti senza contatto sono qualsiasi cosa, dall'uso di Apple Pay a una carta di credito con tecnologia NFC che attraverso onde radio può connettersi con il lettore di pagamento senza dover toccare nulla o inserire codici pin. Secondo Mercurio Il 38% dei consumatori vede ora il beneficio del pagamento senza contatto, il che è in aumento di 8% rispetto ad appena un anno fa. In Germania, più della metà di tutti i pagamenti effettuati con carta sono ora effettuati attraverso modi senza contatto, il che è in aumento rispetto al 35% di un anno fa.

Un altro beneficio che l'industria fintech sta vedendo è l'aggiornamento delle banche. Le banche tradizionali sono state messe alla prova in questi tempi per muoversi per accogliere gli altri digitalmente mentre le loro filiali sono state chiuse dal governo, mentre le aziende fintech hanno imparato dove hanno bisogno di miglioramenti. Le banche hanno dovuto fare affidamento sulle aziende fintech per aiutarle e il rapporto tra i due è stato crescente e vantaggioso per entrambe le parti.

Il Fintech si distingue da molte industrie per essere in grado di sfruttare la situazione attuale per il meglio. Come sistema finanziario digitale, la crisi globale è sembrata puntare verso e in accordo con il movimento digitale.

3. Come il coronavirus influenzerà le criptovalute e la blockchain?

Insieme all'impatto sull'economia globale, l'industria fintech, il coronavirus è previsto per influenzare criptovaluta e aziende blockchain. Le aziende blockchain sono i nomi delle aziende che creano blockchain, che è una tecnologia che distribuisce informazioni digitali che non possono essere copiate. Le blockchain sono la spina dorsale delle criptovalute in quanto sono un libro mastro pubblico distribuito e decentralizzato. Il grafico qui sotto di Blockgeeks dettaglia la costruzione delle criptovalute.

effetto a lungo termine coronavirus economia globale

Questa pandemia ha plasmato il modo in cui il mondo vede il denaro, i beni e il governo. Come menzionato in precedenza, la carta moneta sta morendo e come ha dimostrato un virus potrebbe essere meglio prima che poi, dato che il coronavirus è in grado di vivere sulle banconote di carta per più di tre giorni e ha aiutato la diffusione del virus. La gente ha visto quanto sia vulnerabile il mercato e quanto siano vulnerabili i loro posti di lavoro e i loro mezzi di sussistenza di fronte alle pandemie. Se le persone vedranno le criptovalute come un rifugio sicuro o come un altro bene finanziario che è un rischio è difficile da prevedere soprattutto perché le criptovalute non esistevano durante la GFC del 2008 e le tendenze passate non possono essere appoggiate per indicatori di come andrà il mercato.

Se la gente si rivolgerà alle criptovalute nel breve o lungo periodo è interessante da considerare. Bitcoin ha subito un colpo dall'epidemia di coronavirus, con la criptovaluta scambiata sotto $9.000 a febbraio per la prima volta da gennaio, secondo CoinDesk. Poi di nuovo a marzo, Bitcoin ha subito un altro colpo scendendo sotto la gamma $3.800 come riportato da Cointelegraph. Anche se, Bitcoin è nato come una forma di "oro digitale" che sarebbe stato slegato dai beni tradizionali e quindi non avrebbe subito lo stesso destino quando i mercati crollano, l'attuale pandemia sta mettendo alla prova la sua affidabilità per mantenere il valore durante le flessioni economiche quando i sistemi finanziari crollano. Insieme a Bitcoin, nel marzo 2020 Ethereum è sceso di oltre 25% (a $120), Bitcoin Cash - di 30% (fino a $179), Litecoin - di 23% (fino a $36), e Ripple - di 17% (fino a $0.17) secondo Rivista PaySpace. Questo può essere il risultato di persone che vogliono ridurre la quantità di rischio nei mercati che hanno attualmente con le incertezze che si trovano davanti alla luce del crollo del mercato del petrolio e la notizia della diffusione della pandemia.

Le criptovalute in teoria dovevano essere un posto meno rischioso per investire e reggere durante le crisi. A causa del panico di massa e dei segni di sofferenza economica molti investitori hanno abbandonato la nave come nei mercati tradizionali, quindi la tendenza vista ora con le criptovalute sta rispecchiando quella del mercato azionario. Le criptovalute potrebbero non essere i paradisi sicuri che sono stati originariamente considerati. Ci sono ancora molti problemi come la sicurezza, la legalità, la semplicità e la regolamentazione governativa.

Tuttavia, l'industria ha visto alcuni aspetti positivi e consistenti come il trading over-the-counter (OTC) è aumentato in volume dallo scoppio del COVID-19. Coinbase e Kraken hanno anche visto un aumento del volume scambiato nelle settimane dall'inizio dell'epidemia. Stablecoins, una valuta digitale sostenuta dal dollaro americano, ha visto un volume di scambi mai visto prima di 568 milioni durante questa pandemia, dato che molti trader si sono rivolti verso asset più stabili. Sembra che ci siano oscillazioni in entrambe le direzioni per la valuta digitale e come CoinDesk Secondo Rupert Douglas, responsabile dello sviluppo del business e delle vendite istituzionali di Koine, che fornisce regolamento e custodia per le criptovalute, la situazione è descritta al meglio: "Mentre i depositi di valore alternativi come l'oro e il BTC si sono ripresi dall'inizio dell'anno, non sono andati così bene negli ultimi giorni. Il genio - come la volatilità - è uscito dalla bottiglia, con grandi oscillazioni in avanti previste in tutte le classi di attività".

L'impatto di COVID-19 non si è visto solo nel valore del bitcoin e delle criptovalute, ma ha anche influenzato notevolmente i programmatori, o minatori, dietro il bitcoin, specialmente in Cina. La Cina era il leader del mining a causa dei bassi prezzi dell'elettricità (da $0.03 a $0.05 per kWh) e l'accesso alle attrezzature di mining, dato che molti dei produttori sono stabiliti localmente. In Cina, più di 40 operazioni di mining sono state chiuse perché non erano più redditizie. Con il bitcoin che scende sotto $5.000, il mining non era più redditizio perché anche se il tasso di elettricità era $0.04 per kWh, il bitcoin doveva essere $5.136 per essere redditizio per i minatori secondo
Cointelegraph. Questo è il risultato dell'utilizzo di apparecchiature obsolete Antminer S9s, una vecchia generazione dei popolari prodotti Antminer di Bitmain, così come il calo del mercato.

Le aziende di blockchain e i regolamenti governativi intorno alle criptovalute sono stati colpiti dal virus. Cointelegraph ha riferito che molte aziende di blockchain hanno dovuto chiudere gli uffici e hanno sperimentato rallentamenti derivanti dal lavoro a distanza. Le aziende minerarie cinesi hanno dovuto chiudere le loro porte e hanno appena iniziato a riaprire da quando la pandemia ha spazzato la nazione. Il governo russo ha dimezzato il budget per lo sviluppo delle tecnologie blockchain e ha rinviato l'adozione della legge sulle criptovalute fino a nuovo ordine. Mentre negli Stati Uniti, aziende come Cointelegraph hanno dovuto chiudere i battenti. Le aziende di blockchain hanno dovuto ridurre il personale e tagliare gli stipendi come qualsiasi altra industria colpita dalla COVID-19. Chainanlysis ha dovuto tagliare gli stipendi di 10% e Elliptic ha dovuto tagliare il suo personale di un terzo negli Stati Uniti e nel Regno Unito.

Anche se l'industria delle criptovalute è stata scossa come la maggior parte del mondo a causa della crisi, hanno aggiunto valore alla pandemia al di fuori del loro tipico ambito di lavoro. Infatti, alcuni bitcoiners stanno aiutando a trovare un vaccino per il coronavirus. Un gruppo chiamato CorohHope, che sta facendo crowdsourcing di donazioni bitcoin, sta lavorando per trovare un vaccino per il virus. Il gruppo ha un biologo esperto che lavora con i bitcoiners nella speranza di biohackerare una soluzione alla pandemia, secondo CoinDesk. Stanno lavorando al di fuori della Food and Drug Administration (FDA) per trovare un vaccino al fine di evitare i regolamenti in vigore e una volta trovata una cura, la gireranno per i test attraverso la FDA.

[wp-faq-schema title="4. FAQ" accordion=1]

5. Riassunto

L'epidemia di COVID-19 o il "Great Lockdown" è iniziata come una crisi sanitaria globale ed è diventata una crisi finanziaria globale. Questa pandemia ha cambiato l'economia globale, molte industrie tra cui l'industria fintech, così come ha messo alla prova l'industria delle criptovalute e la sua forza. Il mercato azionario e i tassi di interesse sono scesi mentre la disoccupazione è aumentata. Le debolezze nei governi e nelle industrie sono state portate alla luce. Eppure non è stato tutto negativo, molti aspetti positivi sono stati il risultato della pandemia come il guadagno di terreno da parte del fintech. La cosa più importante è che il mondo può usare la crisi sanitaria ed economica del 2020 come guida per la prossima crisi che verrà.

Anya Prevallet-Kinstle è un Project Manager di Appjobs. Si è laureata al Worcester Polytechnic Institute ed è specializzata nella ricerca e nella strategia dei contenuti.