TOP
  /  Trovare un lavoro   /  Perdita di lavoro a causa del Coronavirus: Ecco cosa fare

Perdita di lavoro a causa del Coronavirus: Ecco cosa fare

Il coronavirus ha portato scompiglio in tutto il mondo in più di un modo. Mentre i paesi di tutto il mondo stanno cercando di trovare una cura per la pandemia, la disoccupazione è ai massimi storici. Con l'economia sotto pressione, sempre più persone stanno perdendo il lavoro. Se sei uno di quelli che hanno perso il lavoro, ti offriamo solidarietà.
Questo articolo ti aiuterà a capire meglio cosa fare se perdi il lavoro e come creare un piano di emergenza. In questo articolo, troverete consigli e trucchi utili che vi aiuteranno ad affrontare la perdita del lavoro e l'incertezza.

cosa fare quando si perde il lavoro a causa del coronavirus
Foto di Jessica Lewis su Unsplash

1. Lo stato attuale dell'economia

L'economia sta attualmente affrontando una pressione senza precedenti. Dal 28 marzo, 6,6 milioni di persone hanno richiesto l'assicurazione di disoccupazione, che è un massimo storico e il doppio della settimana precedente. L'economista Miguel Faria-e-Castro della Federal Reserve di St Louis ha stimato che circa 50 milioni di posti di lavoro saranno persi a causa dell'epidemia di COVID-19. I lavori che più probabilmente saranno colpiti sono le vendite, la ristorazione e i lavori intensivi come le hostess e i parrucchieri.

Tuttavia, il Istituto di politica economica (EPI) ha previsto che circa 5,25 milioni di posti di lavoro saranno persi entro quest'estate, usando una mediana delle cifre riportate da Goldman Sachs e Deutsche Bank. L'EPI ha anche riferito che alcuni stati e settori degli Stati Uniti saranno i più colpiti dalla perdita di posti di lavoro. Le industrie della vendita al dettaglio, del tempo libero e dell'ospitalità saranno le più colpite dalla pandemia.


Fonte: Bloomberg: Diffusione dell'epidemia di Coronavirus negli Stati Uniti Casi confermati negli Stati Uniti per Stato e Territorio

Tutti i settori e le industrie ne sono colpiti, e la gig economy non fa eccezione. AppJobs ha condotto un sondaggio online per determinare la misura in cui la gig economy è stata colpita dall'epidemia di coronavirus. I risultati hanno evidenziato che 68% dei lavoratori gig non hanno ora alcuna fonte di reddito e 89% dei lavoratori gig e auto-i lavoratori sono attivamente alla ricerca di una nuova fonte di reddito. Inoltre, 52% dei lavoratori gig hanno già perso il loro lavoro a causa della pandemia.

1.1. Perché la gente perde il lavoro?

Una delle risposte più ovvie è che la maggior parte del mondo sta osservando periodi di isolamento. Molte aziende hanno dovuto seguire le istruzioni del governo e mettere in pausa le loro operazioni. Questo ha portato a licenziamenti per assicurare che l'azienda possa rimanere a galla. La perdita di posti di lavoro è stata sperimentata a livello globale con la maggior parte delle industrie che ne hanno risentito: l'industria alimentare, dei viaggi, della vendita al dettaglio, dell'intrattenimento, del tempo libero e dei trasporti sono state colpite più duramente e stanno subendo le perdite maggiori.

2. Cosa fare se si perde il lavoro a causa del coronavirus?

Se avete setacciato internet in cerca di risposte, questo è il posto giusto. Ecco alcune delle cose più importanti da fare se hai perso il lavoro durante questa pandemia:

2.1. Richiedere l'indennità di disoccupazione

La prima cosa che devi fare se hai perso il lavoro è chiedere la disoccupazione benefici. Che tipo di lavoro hai fatto? Sei un gig worker o avevi un lavoro a tempo pieno prima della pandemia? Queste sono domande importanti per valutare il tipo di indennità di disoccupazione per cui ti qualificherai. Per accedere ai sussidi di disoccupazione, è necessario presentare la domanda per l'assicurazione di disoccupazione.

fondo di soccorso coronavirus

2.1.1. Indennità di disoccupazione per i lavoratori Gig & Freelance

Per la prima volta nella storia, gli Stati Uniti stanno offrendo un pacchetto di stimoli federali da $2 trilioni, noto come CARES Act, che è una legge unica nel suo genere che fornisce sollievo economico non solo ai freelance, ai gig-worker e ai lavoratori autonomi, ma anche ai proprietari di piccole imprese per aiutarli ad evitare la disoccupazione e la disoccupazione. Ecco una breve panoramica dei tipi di finanziamento che questa legge fornisce:

Prestiti per l'impatto di disastri economici (EIDL) - Attraverso questo programma, gli appaltatori indipendenti possono ottenere un anticipo fino a $10.000 su prestiti di capitale d'esercizio, mentre le imprese possono richiedere un prestito fino a $2 milioni. Questo prestito non deve essere rimborsato, ma il prestito deve essere utilizzato per debiti fissi tra cui affitto, libro paga, conti passivi e fatture che l'azienda non può pagare come risultato diretto di COVID-19. È necessario compilare l'applicazione disponibile sul sito web della SBA e una volta che la vostra domanda è stata accettata, i fondi saranno trasferiti. Dovete essere in grado di fornire documenti giustificativi tra cui le dichiarazioni dei redditi, il profitto della società nel corso dell'anno fiscale e le dichiarazioni di profitto e perdita.

Prestiti del programma di protezione dello stipendio (PPP) - Il PPP permette alle piccole imprese di ottenere sollievo attraverso qualsiasi prestatore SBA 7(a) esistente o attraverso qualsiasi istituto di deposito assicurato a livello federale, unione di credito assicurata a livello federale e istituzione del Farm Credit System che partecipa. Questo programma permette alle piccole imprese di far fronte alle spese per stipendi e benefici per un massimo di 8 settimane. Il prestito può essere usato per pagare mutui, affitti o servizi. Se questo prestito viene utilizzato per tali scopi, allora la possibilità che venga perdonato parzialmente o completamente è abbastanza alta.

Rilievo dei prestiti SBA esistenti - Se avete già un prestito SBA, potete ancora qualificarvi per ottenere sollievo. La legge CARES ha stanziato $17 miliardi per coprire fino a sei mesi di pagamenti sui programmi esistenti 7(a), Community Advantage, 504 e microprestiti.

Assicurazione di disoccupazione per i freelance - La legge CARES prevede anche un'assicurazione di disoccupazione per i freelance attraverso la quale i freelance otterranno $600 a settimana (a parte le indennità statali) come parte delle indennità di disoccupazione. Quando si aggiungono i benefici statali, l'importo sale a $800-$900 a settimana per un massimo di quattro mesi.

Gli sgravi forniti dalla nuova legge sono piuttosto fantastici, ma ottenere risposte è la parte impegnativa. La National Federation of Independent Business (NFIB) ha rilasciato un comunicato il 9 aprile che quasi 70% piccole imprese avevano fatto domanda per PPP e quasi la metà aveva fatto domanda per EIDLS ma i fondi non sono stati ancora concessi.

Altri fondi di soccorso
Puoi cercare opportunità nel tuo Stato o nei dipartimenti locali di sviluppo economico per trovare fondi di soccorso. Per i liberi professionisti creativi, fondi come La commedia restituisce, il Fondo di assistenza d'emergenza per gli scrittori della Società Americana dei Giornalisti e degli Autori, PEN America Writers Emergency FundAccademia nazionale delle arti e delle scienze della registrazione". MusiCares Coronavirus Relief Fund, e altri possono soddisfare le spese a breve termine. Unione dei freelance, un gruppo di difesa dei lavoratori indipendenti, fornisce sovvenzioni di emergenza. E corporazioni come Verizon, Ciao Alice, e Facebook si stanno anche attivando. (Le piccole imprese devono avere almeno due dipendenti per essere ammissibili al programma di Facebook).

Un certo numero di siti web, come ad esempio COVID-19 e artisti freelance, Grantspace, Grantstatione altri hanno iniziato ad aggregare opportunità per le piccole imprese, i freelance e gli individui.

Inoltre, se ti capita di essere un lavoratore gigante che è attualmente impiegato, puoi ancora qualificarti per l'assicurazione di disoccupazione. Tuttavia, i benefici settimanali che riceverai dallo stato saranno influenzati, ma puoi ancora ottenere $600 come sollievo corona attraverso il CARES Act.

2.1.2. Come richiedere le indennità di disoccupazione?

Prima di richiedere l'assicurazione di disoccupazione (UI), ci sono una manciata di cose da tenere a mente. In primo luogo, si dovrebbe presentare la domanda per l'UI non appena si perde il lavoro o entro la prima settimana dalla perdita del lavoro. La tua richiesta inizia la domenica della settimana in cui hai presentato la domanda. Aspettare di presentare una domanda può comportare un ritardo nei benefici che si otterranno. In secondo luogo, è necessario avere le informazioni prontamente disponibili quando si presenta una domanda. Le informazioni che saranno richieste sono le seguenti:

  • Informazioni sull'ultimo datore di lavoro, compreso il nome dell'azienda, il nome del supervisore, l'indirizzo (postale e fisico) e il numero di telefono
  • L'ultima data di lavoro e il motivo per cui non lavora più
  • Guadagni lordi nell'ultima settimana in cui ha lavorato, a partire dalla domenica fino all'ultimo giorno di lavoro
  • Informazioni su tutti i datori di lavoro per cui ha lavorato negli ultimi 18 mesi, compreso il nome, l'indirizzo (postale e fisico), le date di impiego, i salari lordi guadagnati, le ore lavorate a settimana, la tariffa oraria, e il motivo per cui non lavora più.
  • Notice to Federal Employees About Unemployment Insurance, Standard Form 8 (solo per ex dipendenti federali)
  • DD 214 Membro 4 copia (solo ex-militari)
  • Stato di cittadinanza e, se non è cittadino statunitense, informazioni dal suo documento di autorizzazione al lavoro.

Potete depositare il vostro UI qui. A causa dello sconvolgimento del tasso di disoccupazione, i termini di ricerca "come richiedere la disoccupazione" e "come presentare la domanda di disoccupazione" hanno visto un aumento significativo in Google Trends. La maggior parte del volume di ricerca proviene dagli stati del Michigan, Nevada, Mississippi, Delaware, Tennessee, Florida, New York, Missouri, Hawaii e Maine. Quindi, questo mostra chiaramente che questi sono gli stati con il più alto numero di persone che vengono licenziate dal loro lavoro.

2.1.3. Il fondo per i lavoratori

Il Fondo per i lavoratori: Una risposta rapida alla pandemia COVID-19, stanno cercando di aiutare il maggior numero possibile di appaltatori a basso reddito, fornendo fondi per coloro che sono in difficoltà. Attraverso il loro progetto Canary e il lavoro con Steady, possono identificare e assistere rapidamente coloro che hanno bisogno di aiuti finanziari. Potete trovare maggiori informazioni, inclusi i dettagli di contatto, qui

2.2. Se hai perso l'assicurazione sanitaria, controlla se hai i requisiti per averne una nuova

Se avete perso l'assicurazione sanitaria, potete sempre richiederne una nuova. Potete qualificarvi per una nuova assicurazione sanitaria in base al reddito che producevate prima della disoccupazione e alle dimensioni della vostra famiglia. Ogni stato offre assistenza sanitaria sotto forma di Medicaid. Medicaid copre i costi dell'assistenza sanitaria per gli anziani, le donne incinte, i bambini, le persone con disabilità, e in alcuni stati copre anche gli individui a basso reddito.

Dovreste controllare se la Medicaid del vostro stato si sta espandendo o meno e quale impatto avrà su di voi. Tuttavia, se non siete riusciti a qualificarvi per Medicaid in passato, potreste qualificarvi ora a causa delle nuove regole che sono state introdotte. Potete qualificarvi per Medicaid visitando il sito Medicaid sito web o compilando una domanda nel mercato dell'assicurazione sanitaria.

2.3. Lavori per i disoccupati - dove cercare?

Ora sarebbe un buon momento per iniziare a cercare un lavoro. Data la situazione attuale, questo potrebbe sembrarti impossibile al momento. Tuttavia, ci sono ancora diverse opportunità di lavoro là fuori, se sei disposto a lavorare in modo flessibile. Puoi iniziare la tua ricerca di lavoro visitando alcuni siti web di lavoro governativi e statali locali che assumono. Puoi cercare lavoro visitando USAJobs per trovare offerte di lavoro che corrispondono alle tue capacità. Puoi anche tentare la fortuna su Lavori nel governo federale. All'aperto I posti di lavoro non basteranno nella situazione attuale, ciò di cui avete bisogno è un flessibile lavoro che può essere fatto dalla comodità della vostra casa. Tuttavia, nessuno offre lavori flessibili e part-time come AppJobs. Appjobs è la più grande piattaforma di lavoro gig che ti permette di trovare lavori che puoi accettare comodamente.

2.3.1. Trova lavori part-time attraverso AppJobs

AppJobs fornisce i migliori lavori part-time che possono aiutarvi a generare una fonte di reddito in questi tempi difficili. Ci sono molti lavori part-time che possono essere fatti senza uscire di casa. Lei può fare soldi prendendo sondaggi onlinediventando un tutor onlinediventando un assistente virtualeo offrendo servizi freelance.

Per altro supporto da AppJobs, controlla il nostro Centro di supporto COVID-19, che sta per:

  • Darvi gli ultimi aggiornamenti relativi al coronavirus
  • Guidarti nella ricerca di lavori giganti
  • Fornire informazioni rilevanti sulla scoperta di fonti di reddito alternative

Leggi di più:
Top 10 lavori online per lavorare da casa
11 Piattaforme per diventare un insegnante online (inglese) senza esperienza o laurea
Guida definitiva per iniziare a lavorare come libero professionista

cosa fare quando si perde il lavoro a causa del coronavirus

2.4. Rivolgiti ai programmi di assistenza sociale, se hai bisogno di beni di prima necessità

Se hai finito i beni di prima necessità e non puoi permetterti di pagare le bollette o il cibo, allora rivolgiti a un programma di assistenza sociale. Alcuni dei programmi di assistenza sociale a cui puoi rivolgerti sono i seguenti:

2-1-12-1-1 è un'organizzazione senza scopo di lucro che ti aiuta a ottenere risorse finanziarie in base ai tuoi bisogni. Possono aiutarvi a fare i pagamenti per la casa, ottenere le utenze o l'accesso a internet. Il numero per questo servizio rimane lo stesso indipendentemente da dove vivi.

Nutrire l'AmericaNutrire l'America fornisce pasti a 200 banche del cibo associate a livello nazionale. Se sei a corto di risorse e stai affrontando la scarsità di cibo, puoi trovare un banco alimentare vicino a te attraverso il loro sito web.

SNAPProgramma di assistenza nutrizionale supplementare o SNAP aiuta le famiglie a basso reddito integrando il loro budget alimentare in modo che possano comprare cibo sano e muoversi verso l'autosufficienza.

Nessun bambino affamatoNessun bambino affamato è un'organizzazione che si assicura che nessun bambino rimanga affamato negli Stati Uniti. Forniscono pasti ai bambini poveri per combattere la fame e la scarsità di cibo.

2.5. Chiedi al tuo padrone di casa di posticipare l'affitto

Se non puoi pagare l'affitto a causa della perdita del lavoro, allora dovresti chiedere al tuo padrone di casa di posticipare l'affitto. Questo può essere fatto attraverso un messaggio di testo o un'e-mail. Sii specifico e onesto sulla tua situazione attuale. Puoi chiedergli quali opzioni hai e insieme potete fare un piano finanziario che sia fattibile per entrambe le parti.

Potrebbe esservi offerto un piano di dilazione dell'affitto, assicuratevi di leggere attentamente i termini e le condizioni prima di firmare qualsiasi documento legale. In alternativa, se potete pagare una certa percentuale dell'affitto potete chiedere un affitto ridotto per i prossimi tre mesi. Puoi chiedere un periodo di tempo specifico per ripagare il saldo restante. Qualunque sia il caso, devi chiedere al tuo padrone di casa di essere empatico con la tua condizione durante questa crisi.

2.6. 401k - prendere il risparmio per la pensione o il prestito 401(k)

Ricordate il CARES Act che abbiamo menzionato prima? Bene, diventa ancora più meraviglioso. Questa legge ha implementato delle disposizioni che vi permettono di prelevare i vostri risparmi per la pensione senza alcuna penalità. Permette anche ai pensionati di rinviare le distribuzioni minime richieste. Per qualificarsi per le disposizioni, si deve rientrare in una delle due categorie:

Categoria 1 - Tu, il tuo coniuge o qualcuno dei tuoi parenti stretti è vittima del coronavirus.
Categoria 2 - Stai affrontando limitazioni finanziarie a causa della quarantena, della perdita del lavoro, della riduzione dell'orario di lavoro, della mancanza di assistenza ai bambini o di qualsiasi altro ostacolo causato dall'epidemia.

Le persone che sono idonee possono ritirare fino a $100.000 dai loro conti pensionistici senza affrontare alcuna penalità, purché siano in grado di rimborsare le distribuzioni entro tre anni. Potete usare questa opportunità per prelevare alcuni o tutti i risparmi della pensione. Tuttavia, tenete a mente che sarete tassati e non siete immuni dalle imposte sul reddito.

In alternativa, puoi prendere un prestito 401 (K) se il tuo piano di pensionamento te lo permette o ha intenzione di farlo. Il 401 (K) vi permetterà di prendere in prestito un importo senza alcuna imposta sul reddito, dato che ripagherete l'importo entro 5 anni. Tuttavia, dovete pagare il prestito con dollari al netto delle tasse.

3. Suggerimenti per la perdita del lavoro

Consigli per la perdita del lavoro covid
Foto di Ryoji Iwata su Unsplash

La perdita del lavoro è un evento stressante. Diventa ancora più stressante quando c'è una pandemia in corso. Questi semplici consigli vi aiuteranno a calmare la vostra mente ansiosa e ad avere una migliore comprensione della vostra situazione attuale.

Ecco alcuni consigli che ti aiutano ad affrontare lo stress della perdita del lavoro:

1. Datevi spazio per piangere la perdita - È naturale sentirsi scoraggiati e ansiosi dopo aver perso il lavoro. Tuttavia, non dovete trasformare il vostro dolore in rabbia o risentimento. Invece, devi permettere a te stesso di accettare le emozioni che stai provando. Questo ti aiuterà a rimanere concentrato e ad accettare la realtà senza essere duro con te stesso.

2. La comunicazione è essenziale - Perdere il lavoro è un evento imbarazzante e vergognoso per la maggior parte delle persone. Il primo istinto è quello di evitare la comunicazione con chiunque nella vostra cerchia personale o professionale. Tuttavia, aprirsi con qualcuno di cui ci si fida può aiutare a sollevare il peso dalle spalle. Vi aiuterà a sentirvi molto meglio una volta che avrete sfogato i vostri sentimenti. Ricordati solo di continuare a comunicare con le persone che ti vogliono bene.

3. Trovare un nuovo hobby - Cogli questa opportunità per trovare un nuovo hobby e lasciar andare lo stress della perdita del lavoro. Puoi iniziare a leggere, piantare, fare diari, dipingere, disegnare, ecc. Le opzioni sono numerose. Successivamente, puoi usare questo tempo per imparare una nuova abilità che può aiutarti nella tua carriera. Si può prendere gratis corsi online o guardare i tutorial per imparare qualcosa di nuovo.

4. Rimanere attivi - Fare scelte alimentari sbagliate o condurre uno stile di vita sedentario non è mai una buona opzione. Cerca di rimanere in forma mangiando nutriente e facendo esercizio quotidiano. L'esercizio fisico può migliorare la tua salute fisica e mentale. Anche una passeggiata nel quartiere può fare miracoli per la tua salute.

5. Rimanere fiduciosi - Non è il momento di perdere la speranza. Questa battuta d'arresto è temporanea e puoi tornare più forte di prima, tutto ciò di cui hai bisogno è un po' di fede, determinazione e ottimismo. Mantieni una visione positiva della vita e continua a cercare lavoro. Crea un piano di ricerca del lavoro, chiedi aiuto ai professionisti del tuo settore o chiedi ai tuoi amici e alla tua famiglia di aiutarti a trovare un lavoro. Qualunque cosa tu faccia, ricorda che puoi sempre rimetterti in piedi con determinazione e sforzo.

Prenditi il tempo per lavorare su qualcosa che non hai avuto tempo di fare un suggerimento di Nikki, uno dei milioni di lavoratori gig che sono stati colpiti da COVID-19. Molti lavoratori sono costretti a scegliere tra l'avere un reddito e la loro salute. Leggi La storia di Nikki e i suoi consigli su come sopravvivere a questo periodo di isolamento.

[wp-faq-schema title="4. FAQ per la disoccupazione" accordion=1]

Leggi di più

Paulina Bajorowicz è entrata in Appjobs nel novembre 2018 e ora è la Content Marketing Specialist. Gestisce il blog di Appjobs e i canali dei social media, coordina le attività di outreach e collabora con giornalisti e creatori di contenuti intorno alla gig economy.

it_ITItalian