TOP
  /  Risorse   /  3 facili consigli fiscali per gli affittuari di Airbnb

3 facili consigli fiscali per gli affittuari di Airbnb

L'estate significa tempo di profitto se affitto il vostro posto per i turisti. Tuttavia, è importante fare attenzione ad alcune questioni fiscali. Ecco una semplice lista di cose da tenere a mente quando si organizzano i propri guadagni come Airbnb ospite.

1. La regola dei 14 giorni

Affittare l'intero posto

Questo è il regola più importante se volete affittare la vostra casa su Airbnb. Secondo questa regola, non si pagano le tasse sul reddito che si guadagna dall'affitto a breve termine, fino a quando si:

  • Affittare la proprietà per non più di 14 giorni durante l'anno E
  • Usare la casa per le vacanze per 14 giorni o più durante l'anno o almeno 10% dei giorni totali in cui la si affitta ad altri.

Quindi, attenzione! A causa delle leggi di segnalazione, le compagnie di noleggio possono segnalare all'IRS tutte le entrate che ricevi da affitti a breve termine, anche se affitti per meno di due settimane. Se questo accade, e non includete il reddito nella vostra dichiarazione dei redditi, potreste sentire l'IRS. Ma non c'è bisogno di farsi prendere dal panico! Avrete semplicemente bisogno di provare che il reddito si qualifica per l'eccezione dei 14 giorni.

Affittare una stanza

La regola dei 14 giorni si applica allo stesso modo se affitti una stanza. Quattordici giorni o meno, non devi nemmeno segnalare il reddito sulle tue tasse, ma non puoi nemmeno prendere alcuna deduzione.

Per saperne di più su questa regola >>.

consigli fiscali airbnb

2. Imposte locali e sul valore aggiunto

Tassa locale

Se si determina che è necessario raccogliere le tasse, di solito è possibile aggiungerle all'interno di un'"Offerta speciale" o chiedere agli ospiti di pagarle di persona. In ogni caso, è importante che gli ospiti siano informati dell'importo esatto della tassa prima della prenotazione.

Imposta sul valore aggiunto

Se il tuo paese di residenza fa parte dell'Unione Europea o della Cina, potresti dover valutare l'Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) sui servizi che fornisci. Infatti, Airbnb incoraggia gli host a consultare un consulente fiscale per ulteriore assistenza.

Per saperne di più sulle tasse di Airbnb >>

3. Trattarlo come un business

Sapevi che se compri nuovi asciugamani per i tuoi ospiti, ridipingi la stanza degli ospiti o metti una bottiglia di vino sul tavolo per gli ospiti in arrivo, puoi dedurre queste spese dal tuo reddito da locazione?
.
Questa è una ragione più che buona per tenere traccia di tutti i soldi che spendete per il business. In questo modo, non dovrai tornare indietro nella storia della tua carta di credito per avere una prova per l'IRS.

Seleziona la tua città su Homepage di AppJobs e diventa un host Airbnb ora!

Paulina Bajorowicz è entrata in Appjobs nel novembre 2018 e ora è la Content Marketing Specialist. Gestisce il blog di Appjobs e i canali dei social media, coordina le attività di outreach e collabora con giornalisti e creatori di contenuti intorno alla gig economy.

it_ITItalian